Fare cardio a stomaco vuoto fa dimagrire più velocemente? Per perdere grasso è consigliabile allenarsi la mattina prima della colazione?

Alcuni atleti preferiscono svolgere la mattina un allenamento di cardio a stomaco vuoto, altri invece lo fanno una o due ore (a seconda del tipo di pasto) dopo aver mangiato.

Quale delle due scelte è maggiormente consigliabile? Come spesso accade, la risposta è: dipende.

Capiamo meglio la questione…

La prestazione

Soffermandoci sulla prestazione atletica, l’allenamento a digiuno può essere sconsigliato in alcuni casi o preso in considerazione in altri.

In caso di allenamenti in cui si ricerca la massima capacità in termini di forza, resistenza, reattività o velocità (pensiamo ad esempio al powerlifting, al bodybuilding o HIIT), la pratica a digiuno comporta una perdita di performance significativa. In questo caso dunque la scelta consigliata è quella di mangiare circa due ore prima dell’allenamento, così da avere a disposizione tutti i nutrienti di cui il corpo necessita per offrire una prestazione massimale.

Se invece parliamo di attività aerobica di media o bassa intensità, l’allenamento a digiuno non comporta cali sensibili in termini di energia e resistenza. La prestazione sarà quindi molto simile a quella di un atleta non a digiuno.

Il dimagrimento

Anche sotto questo punto di vista, le cose cambiano notevolmente a seconda del tipo di lavoro da svolgere.

In caso di allenamenti ad alta intensità, come quelli citati nel paragrafo precedente, l’allenamento a digiuno è altamente sconsigliabile, poiché il calo evidente nella performance andrà di conseguenza a ricadere sull’efficacia dell’allenamento stesso.

Per l’attività aerobica di media o bassa intensità, come potrebbe essere ad esempio un po’ di jogging, si è invece effettivamente riscontrato che il consumo di grassi sia maggiore quando l’allenamento viene svolto a digiuno.
In verità però questo non incide sulla capacità dell’atleta di consumare più grassi come fonte energetica nel corso della giornata. Anzi, per mantenere il proprio equilibrio, il corpo andrà a utilizzare maggiormente i carboidrati nel post-workout.

LA VERITÀ SCIENTIFICA

La scienza ha dimostrato che in ottica di perdita di grasso corporeo, l’allenamento aerobico (media o bassa intensità) porta ai medesimi risultati sia che venga effettuato a digiuno, che nelle ore successive al pasto.

Il fatto che nell’allenamento a digiuno i grassi siano la principale fonte energetica, ha poco a che vedere con il dimagrimento.
Ciò che è importante sapere infatti è che il corpo tende sempre a mantenere un proprio equilibrio nello sfruttamento delle fonti energetiche, perciò se durante l’allenamento useremo principalmente i grassi, dopo l’allenamento andremo a preferire i carboidrati. Lo stesso vale per l’allenamento nelle ore successive al pasto: durante utilizzeremo maggiormente i carboidrati, mentre dopo il corpo andrà a preferire i grassi.

Conclusioni

In caso di allenamenti ad alta intensità evita sempre di allenarti a digiuno.

In caso di allenamenti aerobici a media o bassa intensità scegli la tipologia che preferisci, consapevole del fatto che non vi siano particolari differenze in termini di dimagrimento.

La differenza vera in termini di riduzione del grasso corporeo la fa il bilancio calorico: se assumi meno calorie di quanto il tuo corpo necessiti (deficit calorico) dimagrirai, se ne assumi di più (surplus calorico) ingrasserai. Sembrerà banale, ma non c’è nulla di più vero.

Se hai letto questo articolo, sicuramente sei intenzionato a perdere grasso corporeo, perciò ti consigliamo di dare un’occhiata qui: Bruciare grasso: 9 consigli per farlo velocemente!