Alla panca piana alcuni campioni utilizzano una presa media, mentre altri quella larga. Ecco come trovare la giusta distanza delle mani per te

La panca piana è un esercizio apparentemente semplice, che in realtà nasconde un gran numero di varianti e di tecniche per poter esser perfezionato. Una delle prime cose di cui ci accorgiamo ad esempio è che ogni atleta utilizza una propria presa (intesa come distanza delle mani) durante l’esecuzione.

Qualsiasi bodybuilder ti dirà che più la presa è stretta e più lo sforzo si concentrerà sui tricipiti e, viceversa, più la presa è larga e più isolerà i pettorali.
Nulla di sbagliato, ma qual è la presa che ti consente di sollevare più kg durante l’esecuzione della panca piana?

Il modo per scoprirlo è estremamente semplice quanto efficace e arriva direttamente da un guru del settore come Charles Poliquin.

Il test per la panca piana

Piegamenti sulle braccia - Test per panca piana distanza delle mani

Continua dopo l'immagine...
SBANCA TUTTO | Scommesse, Bonus, Bookmaker e Tipster

Che tu ci creda o no, il tuo corpo sa già qual è la giusta distanza delle mani per permetterti di esercitare maggior forza, tu non devi far altro che chiederglielo!

Mettiti a terra nella posizione per effettuare i piegamenti sulle braccia, senza pensare alla distanza delle mani e al conseguente distretto muscolare che vorresti reclutare maggiormente, fallo e basta.
L’unico accorgimento richiesto è quello di tenere le dita unite anziché aperte.

Fatto? Quella è la tua distanza ideale. Quella che il tuo corpo riconosce come la distanza attraverso la quale riesci a sviluppare la forza maggiore. Ora non ti rimane che riportarla sul bilanciere.

Conclusioni

Nella maggior parte dei casi la distanza delle mani è di poco superiore alla larghezza delle spalle. Quello è il giusto equilibrio per far lavorare in sinergia i tricipiti e i pettorali.
Per atleti con forti tricipiti risulterà più naturale una presa più stretta, mentre per atleti con forti pettorali una più larga. Ora sta a te trovare la tua.

Continua dopo l'immagine...
SBANCA TUTTO | Scommesse, Bonus, Bookmaker e Tipster

Nota bene

Questo test è particolarmente utile se sei un powerlifter o comunque se desideri testare il tuo massimale di panca piana. Allo stesso modo però puoi utilizzarlo con ragionamento inverso, ovvero una volta scoperto di essere più forte con i tricipiti, allargherai la presa per recuperare il gap con i pettorali e viceversa se sarai più forte con i pettorali, stringerai la presa per lavorare maggiormente con i tricipiti.

Ciò che è importante tenere a mente è che una presa particolarmente larga, sollecita notevolmente le spalle (la torsione della spalla risulta 1,5 volte superiore a quella di una presa media) e questo è motivo di possibili infortuni, perciò trova sempre il giusto equilibrio nell’esecuzione degli esercizi, perché il primo obiettivo è sempre quello di avere un corpo sano che ti garantisca continuità nei tuoi allenamenti.

Se sei arrivato a leggere fin qui un articolo riguardante la tecnica della panca piana, molto probabilmente il tuo obiettivo sarà quello di diventare più grosso e forte, perciò ti consigliamo di proseguire la lettura con: Aumentare la massa muscolare: La guida definitiva